Casa. Edilizia sociale, Tagliaferri (Fdi): criticità nello stato di manutenzione degli alloggi

In un’interrogazione il consigliere chiede alla Giunta di valutare, insieme con le Aziende casa Emilia-Romagna, la possibilità di commissionare interventi di manutenzione di modesta entità a residenti anziani un tempo artigiani a fronte di sconti sul canone di locazione

Le politiche abitative della Regione, finalizzate ad accrescere l’offerta di alloggi da assegnare alle persone e alle famiglie meno abbienti a canoni più bassi di quelli di mercato, sono al centro di un’interrogazione di (Fdi), che si fa interprete delle criticità sullo stato di manutenzione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica segnalate dai sindacati dei pensionati e dalle organizzazioni degli inquilini e assegnatari.

Nonostante la richiesta di questa tipologia di alloggi sia in aumento – riporta il consigliere nell’atto ispettivo – molti non vengono assegnati perché mancano i fondi per sistemarli. In molti casi – evidenzia il capogruppo – i lavori di manutenzione sarebbero di modesta entità e potrebbero essere effettuati da residenti anziani che hanno lavorato come artigiani (idraulici, muratori, elettricisti, etc), quindi in possesso di competenze adeguate.

Di qui l’iniziativa di Tagliaferri, che chiede alla Giunta “di valutare, insieme con le Aziende casa Emilia-Romagna, la possibilità di commissionare interventi di manutenzione di modesta entità a residenti anziani un tempo artigiani, a fronte di sconti sul canone di locazione; infine, quali politiche abitative si intendano attivare per rendere disponibili gli alloggi vuoti, al fine di dare risposta all’aumento delle richieste”.

(Luca Govoni)