Schifata da lettera PD scuse ad ambasciatore Francia, Mattarella ricordi a esponenti PD che rappresentano l’Italia

Da parlamentare della Repubblica e da italiana sono profondamente indignata e schifata per la lettera che il Pd ha inviato all’ambasciatore francese per chiedergli umilmente perdono delle azioni del Governo italiano.

Mi chiedo: per cosa chiedete scusa? Ricordate che un partito francese abbia mai chiesto scusa all’Italia e agli italiani quando Macron ci ha definito “vomitevoli”, “cinici” e “irresponsabili”?

Nessuno ci ha mai chiesto scusa per le azioni predatorie che la Francia ha fatto in questi anni a casa nostra e per la guerra in Libia fatta contro gli interessi italiani per difendere quelli francesi.

Nessuno ci ha mai chiesto scusa perché nelle altre Nazioni i partiti, quando si trovano di fronte a una difficoltà, si schierano a difesa del loro popolo. Non è una questione di maggioranza e opposizione: è questione di essere dei patrioti o di essere dei traditori.

Noi in Italia abbiamo, invece, un Pd che è fatto di traditori: lo sapevamo già, ne abbiamo avuto la conferma ed è un problema che ci sia un partito che dice apertamente che è pronto a schierarsi contro lo Stato italiano.

Spero che il Presidente Mattarella voglia fare una telefonata a questi esponenti del Pd per ricordare loro che rappresentano gli italiani, non i francesi.