La Fiera di San Giuseppe fa il pieno di visitatori un inno al cibo di qualità

Stand ed eventi: il mercato di Campagna Amica, la mostra di trattori d’epoca, dimostrazione di arte norcina e bancarelle

La 539esima Fiera di San Giuseppe ha fatto il pieno di visitatori. L’inaugurazione ufficiale si è tenuta ieri mattina alla presenza di numerose autorità civili e militari.

Dopo la benedizione del parroco don Paolo Chiapparoli, il questore di Piacenza Pietro Ostuni ha tagliato il nastro dando il via al corteo che ha percorso la fiera andando a salutare i vari eventi e stand fieristici. Tra questi quello di Coldiretti. La piazza magiostrina ha ospitato infatti il mercato di Campagna Amica, all’interno del quale il presidio istituzionale dell’organizzazione ha proseguito la raccolta firme della petizione europea “Eat Original! Unmask your food” per l’etichettatura d’origine su tutti gli alimenti.

Ad aderire alla mobilitazione contro il cibo anonimo anche il questore Pietro Ostuni, il consigliere regionale , il sindaco di Cortemaggiore Gabriele Girometta e il primo cittadino di Fiorenzuola Romeo Gandolfi. Per la Provincia era presente Maria Rosa Zilli.

Coldiretti ha dedicato un momento anche al miele, curato dall’apicoltrice Chiara Concari e dalla dietista Monica Maj. Erano presenti la responsabile di Coldiretti Donne Impresa, Francesca Bertoli Merelli, e il delegato di Coldiretti Giovani Impresa Davide Minardi che hanno affiancato il presidente provinciale Marco Crotti e il segretario di zona Franco Fittavolini. Proseguendo all’interno della Fiera le autorità hanno assistito alla dimostrazione di arte norcina proposta dai ragazzi dell’Istituto Marcora che hanno confezionato coppa, salame e pancetta.

Presso il convento francescano era stata allestita una nutrita mostra di trattori d’epoca. L’inaugurazione, eseguita dall’onorevole Tommaso Foti, ha visto esporre Gtam, gruppo trattori antichi e mestieri. Il gruppo è formato da circa 80 iscritti che da 20 anni sono presenti alla Fiera.

L’amicizia che li ha legati in questo periodo ha fatto si che i vari Club si unissero in un unico sodalizio, oggi presieduto da Vittorio Sfulcini. Gtam vuole contribuire alla divulgazione di questa passione e ogni anno, proprio durante la Fiera, viene conferito un riconoscimento particolare ad un socio meritevole per l’attività svolta negli anni.

La targa premio è intitolata al socio fondatore Enzo Serena e, per l’edizione 2019 è stata assegnata a un altro socio fondatore, Silvano Ferrari. Successivamente il corteo ha fatto visita a “Corte Food”, la rassegna enogastronomica che presenta prodotti d’eccellenza da tutt’Italia.

Molto apprezzata è stata la mostra interprovinciale dei bovini di razza Frisona. Dopo un doveroso saluto nella sede del gruppo Alpini di Cortemaggiore che ospiterà la Festa Granda Provinciale i prossimi 6, 7 e 8 settembre, l’ultima mostra visitata è stata quella presso la sala esposizione della Banca di Piacenza che proponeva una collettiva dedicata alle donne e una collezione di modellini dell’arma dei carabinieri del collezionista Giuseppe Elio Poletti.