Europee sondaggio: Meloni sorpassa Forza Italia? L’ipotesi (clamorosa) esiste

Elezioni europee sondaggio: Fdi si avvicina a Forza Italia. Possibile il colpo di scena nelle urne il 26 maggio

di Alberto Maggi

Elezioni europee 26 maggio, si concretizza l’ipotesi del clamoroso sorpasso di Fratelli d’Italia su Forza Italia, impensabile solo fino a poche settimane fa. L’ultimo sondaggio di Antonio Noto per Cartabianca infatti vede gli azzurri all’8,5% e il partito guidato da al 6%. Poco più di due punti di distacco, con ancora un mese scarso di campagna elettorale davanti.

D’altronde FdI, che da poco è entrato nel gruppo dei Conservatori europei, ha un programma preciso e chiaro, tanto in quanto in Italia. Un programma che sta facendo facendo breccia tra gli elettori, sia tra i delusi dalla Lega per l’alleanza di governo con il Movimento 5 Stelle sia tra gli altrettanto scontenti di Forza Italia che non comprendono bene la linea politica del partito di Silvio Berlusconi.

Fi è parte integrante del Partito Popolare Europeo (Antonio Tajani è diventato presidente del grazie al sostegno determinante di Angela Merkel) ma ancora non è chiaro se ripropone un’intesa con il Pse e i liberali per la prossima Commissione o se, al contrario, voglia provare a spostarsi a destra con Conservatori e sovranisti di Salvini e Le Pen.

Anche in Italia la Meloni esprime concetti immediati e precisi (costruire un nuovo governo con la Lega e senza i 5 Stelle dopo il 26 maggio) mentre Forza Italia non ha un piano preciso, se non quello di attaccare l’esecutivo (più Di Maio che Salvini) su ogni tema. Probabilmente gli azzurri – molto divisi al loro interno, basti pensare alla posizione di Giovanni Toti – non sanno ancora se rilanciare il Centrodestra o provare una nuova via centrista, magari con una fetta di renziani delusi da Nicola Zingaretti e dal nuovo Pd.

C’è poi il tema delle dolorose fuoriuscite. Dopo il passaggio di (per anni capodelegazione di Fi al Parlamento Ue) a Fdi, Forza Italia ha subito lo smacco di Salvatore Caiata, deputato espulso dal M5S che gli azzurri speravano di accogliere e che invece è passato con la Meloni. Senza considerare la decisione del sindaco uscente di Ascoli, Guido Castelli (popolare volto televisivo), che ha scelto di appoggiare il candidato sindaco di Fratelli d’Italia e non quello ufficiale di Forza Italia. Il 27 maggio mattina potrebbe esserci una grossa sorpresa che non riguarda né la Lega, né i 5 Stelle, né il Pd. Bensì il sorpasso della Meloni su Berlusconi.