Carceri. Fdi: mancano strutture per detenute in gravidanza o con figli al seguito

Tagliaferri-Facci: “necessaria una nuova e innovativa struttura carceraria in Emilia-Romagna; la Regione valuti avvio iter”

Il sovraffollamento del 30% della popolazione carceraria in Emilia-Romagna, oggetto di una recente denuncia del Garante regionale delle persone private della libertà, è al centro di un’interrogazione di , primo firmatario, e (Fdi), che richiamano l’attenzione della Regione in particolare sul problema delle detenute in gravidanza o con figli al seguito.

Secondo i due consiglieri, infatti, oltre a non essere più capienti, le carceri nella nostra regione sono prive di spazi e strutture adatte a detenute incinte o con bambini.

Per questo motivo Tagliaferri e Facci chiedono alla Giunta “se non si consideri necessario individuare soluzioni al problema del sovraffollamento carcerario in Emilia-Romagna e se non si ritenga indispensabile avviare l’iter per la realizzazione di una nuova e innovativa struttura carceraria funzionale a ospitare detenute con figli al seguito”.

(Luca Govoni)