Più Italia in Europa grazie a Fdi. Fitto alla guida dei conservatori con Legutzko

di Augusta Cesari

Grande soddisfazione per Fratelli d’Italia in . Il gruppo dei conservatori europei ha deliberato all’unanimità che a guidare Ecr in Parlamento Europeo saranno il polacco Ryszard Legutko e . È l’unico caso di una famiglia europea guidata anche da un italiano. Una scelta legata alla rilevanza assunta da FdI all’interno dei conservatori a seguito delle elezioni europee: è la seconda delegazione per grandezza dopo i polacchi del pis di Kaczynsk.

Meloni: «Cresce il peso di FdI in Europa»

«Grazie a Fratelli d’Italia cresce il peso dell’Italia in Europa: è un orgoglio l’elezione all’unanimità di Raffaele Fitto alla co-presidenza del gruppo dei Conservatori europei nel Parlamento Ue», commenta . «È il riconoscimento dello straordinario risultato elettorale ottenuto da Fratelli d’Italia alle europee, frutto del percorso di inclusione e allargamento del nostro movimento, che ci permette di essere la seconda delegazione per grandezza in Ecr dopo gli amici polacchi del PiS. Complimenti e buon lavoro a Raffaele Fitto, che oggi vede riconosciuti l’impegno e il lavoro di tanti anni in Europa. Le mie congratulazioni anche a Ryszard Legutko, che guiderà insieme a Fitto il gruppo di ECR, e un grande in bocca al lupo a Jan Zahradil, designato oggi come candidato dei conservatori alla presidenza del Parlamento europeo».

Raffaele Fitto: «Orgoglioso per la fiducia»

«Essere stato eletto all’unanimità co-presidente del gruppo dei Conservatori Europei (ECR) non è solo un grande onore, ma anche un motivo di soddisfazione ed orgoglio per me e per Fratelli d’Italia. La mia elezione a co-presidente è la prova di quanto e come siamo cresciuti politicamente e nelle urne», dichiara a caldo Fitto,  neo co-presidente della terza famiglia europea. Un grazie ai colleghi di tutte le delegazioni che mi hanno dato fiducia, darò il massimo perché sia ben riposta. Ma il grazie più grande va a Giorgia Meloni, per la sua lungimiranza, per aver intuito che nel centrodestra c’era bisogno di una nuova proposta politica che rilanciasse i valori e i principi della destra, ma con un nuovo linguaggio capace di includere anche chi veniva da storie diverse, ma coerenti con un percorso. Oggi la mia elezione è il successo anche di questo progetto politico».  In ecr oggi è ufficialmente entrata anche la delegazione degli spagnoli di Vox.