Giuseppe Caruso si è dimesso dalla presidenza del Consiglio comunale

Sono state annunciate a Palazzo Mercanti le dimissioni del presidente del Consiglio comunale, eletto nel 2017 nella lista di Fratelli d’Italia. Al suo posto entrerà

di Filippo Mulazzi

È terminata nel pomeriggio del 27 giugno l’esperienza da presidente del Consiglio comunale di Piacenza di Giuseppe Caruso.

Ha infatti comunicato la volontà di rassegnare le sue dimissioni dallo scranno più alto del “parlamentino” di Palazzo Mercanti, dopo essere stato eletto alle Comunali del 2017 con 155 preferenze nella lista di Fratelli d’Italia.

Caruso, che era al terzo mandato – dopo le esperienze consiliari del 2002-2007 per Alleanza Nazionale e del 2007-2012 per An e Popolo delle Libertà – era stato eletto nel luglio 2017, durante la prima seduta di questo mandato, in qualità di presidente dell’aula.

Con 20 voti della maggioranza (Fd’I, Lega, Forza Italia e Liberali) aveva ottenuto al primo scrutinio lo scranno più alto, quello che spetta a chi dirige i lavori.

Oggi, dopo l’arresto nell’operazione contro la ‘ndrangheta del 25 giugno, ha firmato la lettera di dimissioni.

Si apre così la disputa sulla scelta del prossimo presidente del Consiglio. Nella seduta di lunedì sarà inizialmente il vicepresidente Sergio Dagnino (Movimento 5 Stelle) a gestire i lavori.

Sarà poi compito del Consiglio eleggere un nuovo presidente.

Tra i banchi di Fratelli d’Italia, quando Caruso lascerà anche il ruolo di consigliere, si aprirà lo spazio a un nuovo ingresso: dopo la staffetta tra e , entrerà al posto del dimissionario Caruso il primo dei non eletti, Carlo Cerretti (nella foto qua a destra).