Callori in Regione: «Contributi in tutta l’Emilia, Piacenza merita più attenzione»

Il consigliere regionale del gruppo di Fratelli d’Italia è intervenuto sul progetto di legge d’iniziativa della Giunta “Interventi straordinari nei settori dell’alta formazione musicale e dei beni e attività culturali”

Con il Progetto di legge d’iniziativa della Giunta su “Interventi straordinari nei settori dell’alta formazione musicale e dei beni e attività culturali” sono stati accantonati 2milioni 860mila euro per gli esercizi 2019, 2020, 20121.

Tra i beneficiari di tali contributi si va dall’Accademia di Imola alla Chiesa di San Francesco del Prato di Parma; dai contributi a Rimini per il centenario dalla nascita di Federico Fellini e Tonino Guerra, ai Teatri di Modena e Reggio Emilia.

Una attenzione dunque per l’Emilia e la Romagna ma – secondo Fratelli d’Italia – nessun impegno per la provincia di Piacenza che pur vanta importanti realtà nel settore dei Beni culturali e delle attività culturali.

Il consigliere regionale , al riguardo, sottolinea: «Dall’alta formazione musicale alle attività culturali, questo pdl inizia a Parma e finisce in Romagna.

Purtroppo Piacenza non è stata contemplata e visto che farà parte delle manifestazioni legate a Parma città della cultura sarebbe doveroso dedicarle un’attenzione particolare».

«Il relatore del pdl – conclude Callori – mi risponde che sia a Piacenza che a Reggio Emilia andranno 250mila euro proprio per l’iniziativa di Parma città della cultura, spero che almeno questa volta oltre alla promessa seguano i fatti e Piacenza non venga considerata, come spesso accade, un comune di serie B».“