Sanità Bologna. Fdi: “Giornate di apertura dimezzate al Cup di Baricella, risolvere i disagi”

I consiglieri chiedono alla giunta regionale di “trovare soluzioni compensative”

Risolvere i disagi causati ai cittadini di Baricella (Bologna) dal dimezzamento delle giornate di apertura al pubblico del Cup, passate da sei a tre giorni la settimana. A chiederlo, con una interrogazione alla giunta, sono i consiglieri di Fratelli d’Italia , e .

“La riduzione del servizio pubblico – sottolineano gli esponenti Fdi – ha causato numerosi disagi alla cittadinanza, in particolare alla popolazione anziana, costretta a numerose code nei limitati giorni di apertura del Cup, nonché del tutto inadeguata ad utilizzare le forme tecnologiche di prenotazione, come quelle telefoniche o online”. Inoltre, “il dimezzamento dei tempi di apertura ha determinato anche la riduzione dei servizi effettuati precedentemente, perché dislocati in altri poliambulatori, come il rilascio dei contrassegni H, il certificato patenti o le vaccinazioni”.

Inoltre, “il dimezzamento dei tempi di apertura ha determinato anche la riduzione dei servizi effettuati precedentemente, perché dislocati in altri poliambulatori, come il rilascio dei contrassegni H, il certificato patenti o le vaccinazioni”.

Inoltre, “il dimezzamento dei tempi di apertura ha determinato anche la riduzione dei servizi effettuati precedentemente, perché dislocati in altri poliambulatori, come il rilascio dei contrassegni H, il certificato patenti o le vaccinazioni”.

Per questo Facci, Callori e Tagliaferri chiedono alla giunta “di trovare soluzioni compensative per ridurre, se non eliminare, i disagi causati ai cittadini di Baricella dal dimezzamento delle giornate di apertura del Cup e come intenda comunque risolvere le criticità, già ampiamente denunciate sia dalla cittadinanza sia dalle forze politiche attive sul territorio comunale”.

(Margherita Giacchi)