Otto e Mezzo, Giorgia Meloni a muso duro contro Severgnini: “Sovranismo un imbroglio? Mai in ginocchio”

Otto e Mezzo, nel salottino di una Lilli Gruber sempre più faziosa, tendenziosa e scatenata, in questo caso contro , a spalleggiarla c’era Beppe Severgnini.

E chi sennò? Tutti contro la leader di Fratelli d’Italia, nella puntata andata in onda giovedì 3 ottobre. La firma del Corsera, ad un certo punto, come suo solito fa la faccia sdegnata e alza il ditino: “Il sovranismo è un imbroglio“, sentenzia. Dunque aggiunge: “Nessun paese può farcela da solo, perché tutti i problemi sono generali: il clima, le migrazioni, l’economia. Secondo me il mondo va avanti collaborando: il sovranismo vende bene, ma è un imbroglio”, ribadisce dall’altissimo delle sue inscalfibili certezze. Ma la Meloni, ovviamente, risponde colpo su colpo. E picchia duro. “Io difendo l’interesse nazionale italiano. Lo fanno i francesi e i tedeschi: camminare insieme non significa stare in ginocchio a fare gli interessi di Germania e Francia. Siamo in mezzo una guerra commerciale tra Stati Uniti e Germania perché quest’ultima non ha rispetta il surplus commerciale”, conclude la Meloni. Lezioni di sovranismo a Beppe Severgnini, insomma.