Lega orfana di Fratelli d’Italia, l’alleanza e’ in stallo – Lega senza Fdl, la coalizione ‘congelata’

Dopo l’assenza al PalaDozza Lega orfana di Fratelli d’Italia, l’alleanza è in stallo

Lega senza Fdl, la coalizione ‘congelata’ Destra assente al PalaDozza, la Meloni da sola in città il primo dicembre. Ma Bignami: «Lavoriamo insieme per correre uniti» 

LE SEDIE OCCUPATE Presenti alcuni esponenti di Forza Italia all’evento-show, altri hanno disertato 

Non è passata inosservata l’assenza di Fratelli d’Italia, due sere fa al PalaDozza al maxi evento della Lega.

Crepe? Rottura nella coalizione? Non proprio, la situazione di stallo è dovuta principalmente alle rinnovate ambizioni del partito di il cui consenso cresce, anche in Emilia-Romagna, e che a uno show così marcatamente leghista ha deciso di non partecipare.

E proprio perché le ambizioni di Fdl sono cresciute, oltre che la considerazione dell’elettorato, la Meloni ha voluto uno show tutto tricolore il prossimo primo dicembre, una domenica, alle 10.30 all’EuropAuditorium.

Ci sarà la Lega? Forse no. A meno che in queste due settimane che mancano all’evento non si arrivi alla tanto attesa fumata bianca urbi et orbi, con tutto il centro destra ufficialmente a sostegno di Lucia Borgonzoni.

Una coalizione che alle Europee della primavera scorsa aveva visto esplodere (in parte) i suoi numeri. La Lega in Regione era arrivata al 33,7% (con il Pd al 31,2%), mentre Fratelli d’Italia si era attestata al 4,66%.

Crepe no, dicevamo. Ma un po’ di cordiale tensione c’è, come in un normale rapporto tra fidanzati.

Perché che il candidato della coalizione debba essere leghista, alle elezioni regionali del 26 gennaio 2020 in Emilia-Romagna, è stato deciso da tempo. E Matteo Salvini avrebbe voluto già averla quella piena convergenza, tanto che due sere fa lo ha ribadito: «Lucia Borgonzoni è il candidato di tutto il centro destra».

Fratelli d’Italia, piazzata sempre meglio secondo i sondaggi, ha sfoderato il suo di candidato, il parlamentare . Al contrario di Forza Italia, che di fatto sta già con la Borgonzoni e che due sere fa però non era presente a ranghi completi al PalaDozza.

C’era la parlamentare Benedetta Fiorini con alcuni militanti, ma altri esponenti di spicco non si sono detti. Fdi sta invece temporeggiando, pur volendo convergere su Lucia.

Ma in fase di compilazione delle liste e nelle strategie dell’Emilia-Romagna ci saranno anche riflessioni sulle altre competizioni regionali.

La Calabria, la Toscana, per dirne due. Ecco perché il cocktail è stato allungato, ma forse alla fine del mese, magari proprio durante l’evento di Fratelli d’Italia, potrebbe esserci l’ufficializzazione del candidato unico.

Intanto ieri Galeazzo Bignami su Facebook ha voluto in qualche modo spiegare l’assenza. «Un sincero in bocca al lupo alla Lega e a Lucia Borgonzoni che hanno aperto la loro campagna elettorale per le prossime elezioni regionali – ha scritto Bignami -.

Ci attendono tre mesi di lavoro e impegno per dare un futuro e nuove prospettive a una regione che da troppi anni sta sopportando una politica delle sinistre priva di quell’efficienza e di quella competenza che gli emiliano romagnoli meritano.

Il primo dicembre saremo all’Europa Auditorium di Bologna – ha continuato -, saremo con Giorgia Meloni per l’iniziativa di Fratelli d’Italia con cui il nostro movimento parlerà di manovra economica, darà voce alle categorie produttive e lancerà i programmi per il rilancio della nostra Nazione e dell’Emilia Romagna, un territorio che merita finalmente una guida all’altezza delle eccellenze e dell’operosità che lo caratterizzano.

Siamo certi – ha sottolineato Bignami – che nelle prossime settimane costruiremo iniziative unitarie tra tutti gli alleati per rendere ancor più evidente quell’unità che già oggi accomuna il nostro impegno per costruire il Futuro in Emilia Romagna».

Insomma, l’intento unitario è chiaro, basterà aspettare ancora un po’. In calce del post di Bignami ci sono anche le firme dei parlamentari Alberto Balboni, e .

Infine Michele Facci ha lasciato la sua carica di capogruppo di Fdi in Regione. Secondo le indiscrezioni potrebbe candidarsi nelle liste della Lega.