Sondaggio in Campania: centrodestra in vantaggio, raddoppia FdI, cala la Lega

Il segretario della Lega Nord, Matteo Salvini (D), con Silvio Berlusconi e Giorgia Meloni sul palco allestito in Piazza Maggiore a Bologna, 8 novembre 2015. ANSA/GIORGIO BENVENUTI

Centrodestra nettamente in vantaggio, in Campania, a un mese e mezzo dalle elezioni. Oggi vincerebbe sul candidato del Pd e su quello del M5S con qualsiasi nome indicato per la Presidenza. Una leggera preferenza ci sarebbe per Mara Carfagna. La coalizione di centrodestra prevarrebbe però anche con Stefano Caldoro candidato e perfino con l’attuale sindaco di Benevento Clemente Mastella.

Il vantaggio del centrodestra e il raddoppio di Fratelli d’Italia

Il sondaggio, pubblicato oggi dal quotidiano Il Mattino di Napoli, risale al periodo tra il 12 e il 15 novembre scorsi dalla Noto sondaggi su incarico di Clemente Mastella. I dati parlano di un centrodestra con il 42 per cento, seguito dal centrosinistra al 32 e dal M5S al 18%.  Con piccole sorprese interne nel centrodestra: “Forza Italia resta il primo partito, in Campania, con il 16 per cento, che è al di sopra delle Europee (13,7 per cento), ma al di sotto delle Politiche (18,2 per cento)”, scrive il Mattino. Specificando però che il dato è al lordo di eventuali scissioni o uscite, come quello della Carfagna. “La Lega varebbe il 13 per cento. Alle Europee ha ottenuto in Campania il 19,2 per cento, mentre era al 4,3 per cento alle Politiche. In crescita Fratelli d’Italia, con un 10 per cento, che è il doppio del consensi ottenuti alle Europee (5,8 per cento) e il triplo rispetto alle Politiche (3,5 per cento)”.

Renzi fa fatica anche in Campania

Nel centrosinistra, al nuovo partito di Matteo Renzi va solo il tre per cento dei consensi. Le altre liste di sinistra, secondo la Noto sondaggi, non riescono a superare il due per cento. “In calo il M5S, che viene dato al 18 per cento rispetto al 33,9 per cento delle Europee e il 49,4 per cento delle Politiche. In sostanza, secondo il sondaggio, la differenza tra il vincente schieramento di centrodestra e quello di centrosinistra è del 10 per cento”.

Vincente viene stimata Mara Carfagna con il centrodestra, raccogliendo il 44 per cento dei consensi rispetto al 32 per cento di Vincenzo De Luca presidente uscente del centrosinistra. Solo terzo Sergio Costa, candidato del M5S con il 22 per cento. Stefano Caldoro, candidato al momento scelto da Silvio Berlusconi, sarebbe al 42 per cento, due punti in meno della Carfagna e a pari merito, nel centrodestra, a un’eventuale candidatura di Clemente Mastella. Scomparso dai sondaggi, invece, Luigi De Magistris, che ha annunciato di non voler correre per la Regione.