Maltempo Piacenza. Tagliaferri (Fdi): “Investire in programmazione contro il dissesto idrogeologico”

Al momento viabilità nel caos e frane sulle carreggiate. Secondo il consigliere è opportuno pianificare un’opera mirata e attenta di salvaguardia del territorio

Smottamenti, frane sulle strade e relativi disagi per la circolazione nel piacentino. È quanto delinea in un’interrogazione  di Fratelli d’Italia, il quale chiede alla Giunta di programmare gli interventi in tutte le zone a più alto rischio idrogeologico e un’opera di salvaguardia del territorio. Il consigliere ricorda le difficoltà in cui versano gli abitanti e i danni provocati in particolare nei Comune dell’Alta Val d’Aveto e Valtrebbia, dove solo negli ultimi tre giorni si sono accumulati circa 200 millimetri di pioggia

“A una viabilità già compromessa si sommano i piccoli e medi cedimenti dell’asfalto sulle carreggiate- spiega l’esponente Fdi- che rendono un vero calvario gli spostamenti, aggravando la situazione di pericolo per chi quotidianamente è costretto a transitarvi”. Inoltre Tagliaferri punta il dito sia contro la mancanza di una pianificazione per la messa in sicurezza dei versanti sia contro l’esecutivo regionale che “per anni ha annunciato poderosi investimenti per combattere il dissesto, ma i fondi non sono poi arrivati: Piacenza è un territorio a rischio medio-elevato sotto il profilo del rischio idrogeologico, bisogna prenderne coscienza e muoversi di conseguenza, non ci si può più affidare ad interventi spot”.

(Nicoletta Pettinari)