Foti: «Serve un commissario per gestire l’emergenza all’Ausl di Piacenza»

Il deputato: «Dipendenti della stessa azienda, tra i quali diversi medici, lamentano disorganizzazione, superficialità, negligenze da parte dei vertici dell’Ausl di Piacenza nella gestione del Coronavirus»

Interviene ancora una volta il parlamentare di Fratelli d’Italia . Dopo la sua interrogazione, stavolta esprime il suo parere sulla gestione dell’emergenza con un post sui social.

«Non mi piacciono coloro che speculano sulle disgrazie – scrive Foti – né le Cassandre del giorno dopo.

Testa che, da sabato mattina, al mio cellulare arrivano decine di messaggi di dipendenti dell’Ausl di Piacenza, tra i quali diversi medici, che lamentano disorganizzazione, superficialità, negligenze da parte dei vertici dell’Ausl di Piacenza.

Una situazione che sta mettendo a rischio la possibilità di affrontare con serenità un’emergenza, quale quella del coronavirus, che in primo luogo proprio questa richiede.

Reparti in cui il personale medico non ha le mascherine, sportelli aperti al pubblico e privi dei vetri di separazione, in omaggio ad una distorta modalità di vicinanza del servizio pubblico al cittadino utente, errori grossolani – oggetto di interrogazione parlamentare mia e dell’on. Murelli – che hanno portato il personale medico e non ad essere contagiato in ospedale!

Ora qui nessuno vuol fare polemiche da comari, ma proprio l’emergenza in cui siamo richiede capacità di affrontare una situazione destinata, con il passare delle ore, a farsi più difficile.

La sanità è sicuramente materia di competenza regionale e sta al presidente della Regione di battere alto e forte un colpo: un commissario per gestire l’emergenza all’Ausl di Piacenza sarebbe gradito».