Foti (Fdi) interroga il ministro della Sanita’ – ‘Nelle Rsa situazione di gravita’ estrema’

Consiglio comunale

L’AUSL NEL MIRINO DELL’ONOREVOLE

«Quanto è accaduto e sta accadendo nelle residenze per anziani merita una immediata attenzione del ministero della Sanità».

Lo afferma in un’interrogazione parlamentare l’onorevole (Fdi) secondo cui «l’elevato numero di decessi nelle strutture per anziani del territorio piacentino, così come in quello emiliano-romagnolo tutto, rappresenta una situazione di estrema gravità.

I primi numeri dati dall’Istituto superiore di sanità, seppure basati su un numero di tamponi effettuati sugli ospiti risibile, mostrano già chiaramente, se si considerano anche i decessi legati a ospiti che avevano presentato sintomi simil-influenzali, che le morti collegabili al Covid-19 si attestano, in Emilia-Romagna, al 50% di quelle totali», afferma Foti.

«La situazione delle strutture piacentine appare ancora più drammatica», continua, «proprio il limitato numero di tamponi effettuato sugli ospiti delle Rsa rende impossibile una valutazione scientifica accurata e, quindi, altrettanto difficoltosa una adeguata risposta da parte degli operatori socio-sanitari».

«Sia il personale amministrativo che quello medico delle dette strutture ha in più occasioni denunciato di non avere mai ricevuto dall’Ausl di Piacenza alcuna indicazione per come far fronte alla situazione», conclude Foti, «non farsene carico significherebbe solo determinare un ulteriore aggravamento della stessa con conseguenze ancora più nefaste».