Coronavirus. Tagliaferri (Fdi): “la Regione si sta preparando ad un’ipotetica ondata di ritorno?”

Il consigliere vuole sapere come ci si sta attrezzando nel caso in cui il Covid torni ad avere effetti pandemici

Cosa pensa di fare la Regione in caso di un’ondata di ritorno della pandemia da coronavirus? A chiederlo, con un’interrogazione alla Giunta, è  (Fdi) che sottolinea come il tema della possibile ripresa della virulenza del virus in autunno sia al centro del dibattito tra virologi ed esperti. E soprattutto ripercorre le varie fasi della gestione della fase iniziale e acuta del virus sottolineando – dalle Usca alle Rsa, dall’approvvigionamento di mascherine e guanti ai testi sierologici – i problemi e le difficoltà emerse.

Da qui l’atto ispettivo per sapere dall’esecutivo regionale “se, nell’eventualità ci sia un’ondata di ritorno del virus Covid-19, stia elaborando un nuovo Piano pandemico; se stia provvedendo ad approvvigionare le scorte di dispositivi di protezione individuale e stia elaborando nuove procedure di intervento alla luce di quanto accaduto negli ospedali, nelle RSA e tra il personale medico e paramedico”.

Tagliaferri pone anche un altro tema all’attenzione della Giunta, chiedendo se l’amministrazione regionale “stia elaborando protocolli unici per le Agenzie di tutela della salute (Ats) e le Aziende sociosanitarie territoriali (Asst) in caso di nuovo contagio e stia elaborando un piano territoriale attraverso la riorganizzazione e rafforzamento della medicina territoriale”.

(Luca Molinari)