Tagliaferri (Fd’I): «Rendere gratuito il tratto emiliano-romagnolo dell’A14»

Il consigliere ragionale: «Bonaccini impari da Toti»

Stop al pedaggio autostradale sulla A14 da Piacenza a Rimini. , consigliere regionale di Fratelli d’Italia, chiede, in un’interrogazione, al Presidente della Regione Stefano Bonaccini di seguire le orme del suo collega ligure Toti e di attivarsi sul Ministero dei Trasporti perché Società autostrade si faccia carico dei disservizi sul tratto emiliano-romagnolo dell’Autostrada Adriatica e liberi gli utenti del costo di percorrenza.

“La viabilità dell’Autostrada A14, da Piacenza a Rimini ed oltre, presenta una situazione di vero e proprio caos: file chilometriche, viadotti sequestrati, cantieri perenni e traffico riversato nella viabilità ordinaria e scontati sono i disagi per chi viaggia in questo tratto autostradale con tempi di percorrenza “biblici”.

Tanto che Confindustria Trasporti denuncia l’insostenibilità della situazione sulla A14 che si ripercuote anche sulla Statale Adriatica che va ad aggravare la situazione di crisi economica del post lockdown per i ritardi nelle consegne e gli aumenti nei costi dovuti all’aumento dei consumi del gasolio provocato dallo stare fermi in coda”, spiega Tagliaferri che ricorda come “la Regione Liguria si è attivata a tutela di cittadini e consumatori tramite una serie di azioni: un esposto-denuncia inviato alla Procura, una diffida al Ministero dei Trasporti e un ordine del giorno da portare in Conferenza Stato – Regioni con diffida allo stesso Ministero di aprire un tavolo di confronto entro pochi giorni”.

Da qui l’atto ispettivo per sapere se la Giunta “intenda sollevare il problema presso la Conferenza Stato-Regioni e chiedere al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti di esercitare le dovute pressioni al fine di ridurre o eliminare, per il tratto in questione, il costo del pedaggio autostradale”.“