Lavoro. Tagliaferri (Fdi): Inps sblocchi il pagamento della Cassa integrazione causa Coronavirus

Per il consigliere ci sarebbe mezzo milione di persone che non ha ancora ricevuto il sussidio previsto per chi è stato danneggiato dal lockdown

Risolvere il problema del blocco dell’erogazione della Cassa integrazione da parte dell’Inps ai lavoratori vittime del lockdown imposto dalla necessità di contenere la pandemia da Coronavirus. A chiedere alla Regione di intervenire sul governo è, con un’interrogazione, il consigliere (Fdi), che ricorda come “sono mesi che arrivano denunce che chiedono all’esecutivo di semplificare e velocizzare il farraginoso iter di erogazione della Cig, ma finora le promesse fatte dal presidente Conte sono rimaste lettera morta: occorre pertanto intervenire mediante una organica riforma del welfare e una seria lotta alla burocrazia”.

Tagliaferri ricorda anche i “numeri” dei lavoratori interessati: 500 mila lavoratori, di cui 100 mila del settore del turismo e 400 mila dipendenti di aziende del settore artigiano.

Da qui l’atto ispettivo per sapere dall’esecutivo regionale “se intenda intervenire presso il governo nazionale e Inps perché si sblocchi l’erogazione dei sussidi previsti per i lavoratori colpiti dalla crisi da Coronavirus e se intenda attivarsi per semplificare e velocizzare il farraginoso iter di erogazione della Cig”.

(Luca Molinari)