FdI porta di nuovo in piazza “Il silenzio degli innocenti”. Meloni: “Dal governo scelte folli”

di Sveva Ferri

Fratelli d’Italia porta nuovamente in piazza “Il silenzio degli innocenti”, con un flash mob davanti Montecitorio “in difesa di tutte le categorie lavorative dalle scelte folli di questo esecutivo”. La manifestazione, che è una ulteriore presa di posizione forte contro un eventuale nuovo lockdown, si ricollega a quella svolta mesi fa dal partito di , che per primo diede voce alle istanze delle categorie maggiormente messe in ginocchio dalle chiusure generalizzate.

Meloni: “In 6 mesi il governo ha solo perso tempo”

“Eravamo qui 6 mesi fa con questi cartelli, oggi siamo di nuovo qui perché il governo ha perso tempo. Il costo di questa situazione rischia di ricadere ancora una volta sulle spalle di lavoratori, aziende e partite Iva“, ha spiegato Giorgia Meloni, postando sulla sua pagina Facebook il video dell’iniziativa. “Contro la pandemia – ha chiarito – le priorità del governo sono state sbagliate. Chiediamo meno spocchia e più collaborazione”.

FdI contro il rischio di un altro lockdown

“Noi non accetteremo il rischio di un altro lockdown”, ha proseguito Meloni, mentre i parlamentari di FdI esponevano cartelli con i nomi delle categorie più vessate dalla pandemia, dai commercianti agli agenti immobiliari, dagli operatori dello spettacolo ai professionisti, fino ai magistrati onorari. E in piazza è tornato anche il cartello simbolo della protesta: “Il silenzio degli innocenti”.

“Basta misure insensate: il contagio non si ferma”

Meloni ha ricordato anche che, mentre all’orizzonte si profilano nuove misure che rischiano di essere il colpo di grazia all’economia del Paese, le misure adottate sul piano del contenimento del contagio risultano inadeguate. “Dal governo sono stati presi provvedimenti insensati. Dobbiamo lavorare per priorità, perché – ha avvertito la leader di FdI – neanche con il coprifuoco si mettono a riparo i più deboli“. Meloni ha fatto esplicito riferimento agli anziani, “che abbiamo il dovere di difendere. E invece devono prendere i trasporti pubblici affollati per andare a ritirare la pensione… E il contagio – ha sottolineato – non si sta fermando”.

Giorgia Meloni: “No a un altro lockdown”

Non è garantita la sicurezza per i più deboli, che rischiano di intasare le terapie intensive. Sono provvedimenti a pioggia, insensati, e come pretendono che gli italiani li rispettino?”, ha quindi chiesto Meloni, tornando anche sulle critiche al metodo del governo. “Da Conte ho saputo dell’ultimo Dpcm all’ultimo minuto. Non è collaborazione… E il governo scarica ogni responsabilità sui cittadini. Mantenendo ferma l’opposizione a questo governo – ha concluso Meloni – noi di FdI ci siamo e pensiamo al bene della nazione”.