Sanità. Tagliaferri (Fdi): potenziare l’assistenza di base

Il consigliere chiede di intervenire per evitare che nella gestione della pandemia da coronavirus si arrivi alla sospensione delle altre prestazioni sanitarie

La Regione potenzi la medicina di base.

A chiederlo, in un’interrogazione, è il consigliere (Fdi), che ripercorre puntigliosamente tutti i problemi emersi nella gestione della seconda ondata del coronavirus, rilanciando l’allarme sulla sospensione e sui ritardi nelle prestazioni extracoronavirus.

Il consigliere interroga, infatti, la Giunta chiedendole di intervenire per “potenziare la medicina territoriale, anche mediante l’attivazione di fondi e spese straordinarie”.

Vuole quindi sapere dall’esecutivo “come intenda evitare in questo secondo lockdown il ripetersi di situazioni di disagio per l’utenza, mantenendo e sostenendo l’attività specialistica ambulatoriale pubblica in ogni sede in cui sia possibile effettuarla in sicurezza, in analogia con quanto previsto per gli ambulatori privati convenzionati”.

(Luca Molinari)