Covid. Tagliaferri (Fdi): potenziare le Usca

Il consigliere cita l’editoriale odierno del Corriere di Bologna e chiede uno scatto nella sanità domiciliare

La Regione come intende attivarsi per aumentare il personale delle Usca largamente insufficiente? La sanità regionale ritiene sia il momento di costruire, finalmente, la rete di continuità di cura e assistenza tra associazioni e volontari no profit, medici di medicina generale e pediatri, Usca, medici specialisti e case della salute?

A chiedere un nuovo scatto nella sanità domiciliare regionale è il consigliere (Fdi) che, prendendo le mosse dall’editoriale pubblicato oggi sul Corriere di Bologna da Giovanni De Plato (dedicato in gran parte al decorso sanitario del presidente Bonaccini contagiato dal coronavirus), poneva il tema del potenziamento delle Usca.

Argomento ripresto nell’atto ispettivo di Tagliaferri.

(Luca Molinari)