Marco Colosimo nuovo coordinatore di FdI a Piacenza “Puntiamo a diventare la prima forza di centro destra”

Nuovi incarichi e una presenza sempre più capillare tra la gente: la sezione piacentina di Fratelli d’Italia ridefinisce il proprio organigramma e la propria struttura sul territorio provinciale.

“Il nostro è un partito in crescita – ha spiegato nel corso di una conferenza stampa, svoltasi nella mattinata del 5 marzo presso la Sala Cattivelli del Comune di Piacenza, il consigliere regionale -, per questo abbiamo deciso di ampliarci in modo qualificato, così da rispondere alle esigenze dei cittadini in modo sempre più puntuale”.

Per i diversi settori della vita pubblica e dell’amministrazione sono stati nominati dei responsabili, così come per ogni vallata. A Piacenza il profilo scelto dal gruppo di Giorgia Meloni come coordinatore comunale è quello giovane di Marco Colosimo, già consigliere comunale di “Piacenza Viva” tra il 2012 e il 2017 e fondatore dell’associazione “Conservatori e sovranisti”. 

“Ringrazio per la fiducia – le sue parole -. Ho accettato l’incarico perché questo è un partito in cui trovo i miei fondamenti e, anche, perché sono convinto che darsi una struttura ancora più forte sia fondamentale per crescere.

Non solo nei numeri, ma anche nella percezione nei confronti dei cittadini: il nostro obiettivo è diventare la prima forza di centro destra sul territorio.

Da oggi si ricomincia con grande entusiasmo in vista delle elezioni del 2022: abbiamo l’opportunità di mostrare ciò che è stato fatto di buono in questo mandato dalla giunta Barbieri”.

Di questo si occuperà Andrea Gabbiani, in passato consigliere comunale M5S prima del “cambio maglia” nel 2019, nominato responsabile per la comunicazione e la gestione dei social.

“Voglio spiegare ai cittadini, in maniera concreta ed entrando nel merito delle situazioni, ciò che è stato fatto dall’amministrazione in questi anni. Ci sono sicuramente degli aspetti da migliorare, ma non ho dubbi che chiunque si fosse trovato al posto del sindaco Barbieri avrebbe avuto le stesse difficoltà: l’auspicio è che sia lei a ricandidarsi”. 

Ma la riorganizzazione del partito non è legata solo alle prossime elezioni comunali. “Non è detto, infatti, che non possano essercene altre prima” – il commento lapidario del parlamentare .

IL NUOVO ORGANIGRAMMA DI FRATELLI D’ITALIA A PIACENZA

Dipartimenti e territorio

On. Tommaso Foti, componente dell’Esecutivo Nazionale e Responsabile Nazionale Infrastrutture e Grandi Opere

Giancarlo Tagliaferri, questore dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna

, Responsabile regionale Enti Locali

, Portavoce provinciale

, Vice-portavoce provinciale

, Responsabile organizzazione e membro Assemblea Nazionale

1. Coordinatore comunale città di Piacenza: Marco Colosimo

2. Responsabile Enti locali: Emiliano Lommi

3. Responsabile comunicazione e social: Andrea Gabbiani

4. Portavoce Provinciale Gioventù Nazionale:

5. Responsabile Agricoltura: Sara Barbieri

6. Responsabile Sicurezza: Massimiliano Dosi

7. Responsabile Commercio: Gloria Zanardi

8. Responsabile Libere Professioni:

9. Responsabile Pari Opportunità e tutela delle vittime di violenza: Federica Amorevoli

10. Responsabile settore Economico e Affari europei: Rosario della Porta

11. Responsabile Store Manager (custodia materiali) e Vice-presidente pensionati: Antonio Titone

12. Responsabile PMI: Bruno Galazzi

13. Responsabile Caccia e pesca: Giancarlo Opizzi

14. Responsabile Sport: Maria Cristina Meloni

15. Responsabile Made in Italy:

16. Responsabile Tesseramento: Nicola Domeneghetti

17. Responsabile Informatica:

18. Responsabile Pensionati: Abramo Poggi

19. Responsabile Montagna:

20. Responsabile Mobilità e trasporto pubblico locale: Carlo Tosi

RESPONSABILI DI VALLATA

· Val Luretta: Cesare Riverso

· Alta Val Tidone: Fabio Bollati

· Val Tidone (Borgonovo, Castel San Giovanni, Sarmato): Massimo Bollati

· Alta Val Nure: Luca Corbellini

· Bassa Val Nure: Riccardo Sparzagni

· Val Trebbia: Michele Maschi

· Val d’Arda: Giuseppe Freppoli

· Bassa Val d’Arda e Fiume Po: Ezio Cremona