Covid. Tagliaferri (Fdi):”Che fine fanno le dosi residue dei vaccini?”

In un’interrogazione il consigliere chiede chiarezza sulla gestione della campagna vaccinale al fine di evitare dispersioni di fiale del siero antiCovid

Fare chiarezza sulle dosi residue dei vaccini antiCoronavirus. A chiederlo, in un’interrogazione, è Giancarlo Tagliaferri (Fdi), che ricorda come “quotidianamente ci sono dosi residuali di vaccino non somministrate e si sono già verificate situazioni in cui le suddette dosi sono state utilizzate in modo illegittimo (somministrazioni fraudolente di vaccino attraverso residui delle fiale) e inoculate a persone non convocate ufficialmente”.

Da qui l’atto ispettivo per sapere dall’esecutivo regionale “quali siano i protocolli standard per lo smaltimento delle dosi residue dei vaccini antiCovid, quale sia quello adottato dalla Regione, e quante dosi siano state smaltite, suddivise per produttore; se sia a conoscenza di un uso illegittimo di dosi residue al termine delle giornate vaccinali e quali azioni di controllo e verifica siano state attivate per prevenire eventuali abusi”.

(Luca Molinari)