Meloni: “Italiani in ginocchio e priorità del Pd è lo Ius Soli, ecco perché non governiamo con loro”

“Italiani in ginocchio, famiglie e imprese spaventate ma la priorità di Enrico Letta e del Pd è lo IUS SOLI. Poi ci chiedono perché Fratelli d’Italia non governa con questa gente…”: così attacca la proposta di Enrico Letta, poi rilanciata dal Pd, di portare a termine la riforma della cittadinanza durante il governo Draghi.

di Annalisa Girardi

Anche Giorgia Meloni si scaglia contro la proposta avanzata dal nuovo segretario del Partito democratico, Enrico Letta, che nel suo discorso all’Assemblea nazionale ha rilanciato l’idea dello Ius Soli.

Dopo Matteo Salvini, anche la leader di Fratelli d’Italia attacca Letta: “Italiani in ginocchio, famiglie e imprese spaventate ma la priorità di Enrico Letta e del Pd è lo IUS SOLI. Poi ci chiedono perché Fratelli d’Italia non governa con questa gente…”, ha scritto su Facebook. 

Già ieri il capogruppo di FdI, , aveva criticato duramente le parole di Letta: “La prima proposta di Letta per aiutare gli italiani è lo ius soli per gli immigrati. Delle volte è meglio lasciare all’estero i cervelli in fuga”, aveva detto.

Come detto, la proposta è stata illustrata dal neo segretario dem, ma in realtà è stata poi presto rilanciata da alcuni esponenti del Partito.

“È una cosa centrale per noi, ci distingue dalle altre forze politiche, anche da quelle con cui siamo al governo, non si annacquano le differenze dentro una maggioranza, che è eccezionale”, ha detto la presidente del Pd Valentina Cuppi, sottolineando che sia Ius Soli che Ius Culturae “sono cose a cui il Paese è pronto” in quanto “i nostri bambini vivono nel multiculturalismo, chi nasce e fa un percorso qui deve aver gli stessi diritti degli altri”

Meloni comunque non ha criticato solo la proposta dello Ius Soli, ma anche quella di estendere il diritto di voto ai sedicenni, avanzata diverse volte anche gli anni scorsi da Letta e rilanciata nel suo discorso prima del voto all’Assemblea nazionale.

“Veramente qualcuno crede che per un sedicenne, oggi, la priorità sia il diritto di voto e non il diritto all’istruzione, alla socialità, alla ?

Pietà! Le forze di maggioranza si occupino di fronteggiare l’epidemia e la crisi economica per tornare il prima possibile alla normalità, invece di fare demagogia con armi di distrazione di massa utili solo a distogliere l’attenzione dai loro fallimenti”, ha scritto in un post su Facebook.