Imprese. Tagliaferri (Fdi): vaccini di massa per garantire riaperture in sicurezza

Un’interrogazione chiede di stabilire le modalità secondo cui si possa programmare un ritorno a molte attività sportive, culturali ed economiche in sicurezza

Vaccinazione completa dei soggetti fragili e a rischio per poter riaprire in sicurezza teatri, stadi e luoghi per eventi.

A chiederlo, in un’interrogazione, è il consigliere Giancarlo Tagliaferri (Fdi) che ricorda come “si ha l’esigenza di consentire a una serie di operatori economici di programmare la stagione: le Regioni ad oggi non hanno definito le loro linee guida.

Per bar, ristoranti, pasticcerie, gelaterie non si riportano ancora le misure che, se rispettate “possono consentire lo svolgimento sia del servizio del pranzo che della cena” e mantenerlo “anche in scenari epidemiologici ad alto rischio”, a patto che siano fatti screening periodici al personale che non è vaccinato”.

Da qui l’atto ispettivo per sapere dall’esecutivo regionale “se intenda mettere a conoscenza di un auspicabile cronoprogramma per le riaperture, che non sia solo un punto d’incontro fra i “rigoristi” e gli “aperturisti” e come intenda sostenere le attività commerciali, società sportive per l’adeguamento delle proprie strutture alle  normative anticontagio”.

Tagliaferri interroga la Giunta anche per sapere “se preveda le suddette riaperture dopo il completamento del piano vaccinale (due dosi) di tutte le persone e le categorie fragili e a rischio e se intenda attivarsi per sostenere i teatri e cinema al coperto e cercare insieme al governo nazionale di offrire loro certezze nelle riaperture”.

(Luca Molinari)