Tagliaferri (Fdi): vaccini esauriti, la Regione intervenga sul governo

Un’interrogazione pone il tema dei rischi legati a riaperture senza aver completato la campagna vaccinale

Chiedere al governo di reperire una reale quantità di vaccini, visto che quelli esistenti e promessi si stanno esaurendo.

A chiederlo, in un’interrogazione, è il consigliere Giancarlo Tagliaferri (Fdi), che ricorda come “le scorte arrivate fino ad ora sono quasi terminate e quelle previste in arrivo per la settimana del 12 aprile sono talmente insufficienti, se rapportate al numero di persone fragili e ultrasettantenni presenti sul territorio della nostra regione, da coprire appena 5 giorni di vaccinazione”.

Il timore del consigliere è che “senza una reale, adeguata e completa vaccinazione di massa, le riaperture delle attività economiche e ludiche di cui si parla in queste ore rischino di essere temporanee e inutili, in quanto, come avvenuto la scorsa estate e a inizio anno, il virus riprenderebbe la sua corsa imponendo nuovi lockdown”.

Da qui l’atto ispettivo per “sollecitare il governo nazionale e di conseguenza l’Unione europea ad assumere tutte le iniziative e gli strumenti legislativi e contrattuali necessari per incrementare da subito la quantità delle dosi dei vaccini a disposizione e a sollecitare il ministro della Salute a intraprendere un percorso di monitoraggio più stringente dell’azione dell’Unione europea e di sollecito più pressante sui negoziati con le aziende farmaceutiche, nonché a provvedere, con la massima urgenza, alla distribuzione capillare dei suddetti vaccini su tutti i territori regionali”.

(Luca Molinari)