Il ministro promette l’arruolamento di 754 allievi agenti di polizia penitenziaria

Arruolamento straordinario di Agenti di Polizia Penitenziaria; Foti (FdI): “Impegno formalmente strappato al Governo”

“Autorizzare subito l’arruolamento di 754 allievi agenti della Polizia Penitenziaria” è l’impegno strappato da Fratelli d’Italia al Governo, nella recente discussione degli ordini del giorno legati al decreto per la ripresa delle attività economiche e sociali.

“Una misura emergenziale – commenta soddisfatto il Vice-capogruppo alla Camera di Fratelli d’Italia – che consentirà, auspico, di dare immediato sollievo anche al personale in servizio presso il carcere delle Novate”.

Proprio alcuni giorni fa, infatti, il deputato piacentino aveva denunciato, prendendo le mosse dalle accese rimostranze delle rappresentanze sindacali degli Agenti di Polizia Penitenziaria, la grave situazione dell’Istituto penitenziario di Piacenza.

“Nonostante la grande professionalità e lo spirito di abnegazione degli Agenti – rimarca Foti – nelle attuali condizioni non è consentito agli stessi di lavorare in sicurezza.

Nel carcere si è creato un clima, esacerbato anche dall’emergenza legata al Covid-19, che espone gli Agenti a turni massacranti”. Per il deputato del movimento politico di Giorgia Meloni inoltre “lo Stato deve necessariamente rispondere alla pressione sulle carceri aumentando l’organico degli Agenti in modo strutturale, non con misure premiali a vantaggio della popolazione carceraria, che pure si sono rese necessarie stante la situazione”.

Per Foti “è indispensabile che il Governo, avendo formalmente assunto l’impegno di arruolamenti straordinari, passi immediatamente dalle parole ai fatti”.