Sanità. Tagliaferri (Fdi): cambiare i parametri per passare da zona bianca a zona gialla

Il consigliere chiede di dare maggiore attenzione al numero dei ricoveri per non dover tornare a chiudere le attività econmomiche

Cambiare i parametri di passaggio da zona bianca a zona gialla dando maggior peso al numero dei ricoveri rispetto all’incidenza settimanale.

A chiederlo, in una risoluzione, è il consigliere Giancarlo Tagliaferri (Fdi) che ricorda come “il passaggio da zona bianca a zona gialla, conseguente alle norme vigenti, comporterebbe pesanti limitazioni per lo svolgimento di determinate attività economiche e sociali: l’estensione dell’obbligo del certificato verde alle attività esposte in narrativa comporterebbe di fatto l’introduzione di un obbligo vaccinale, senza che la totalità dei cittadini sia messa in condizione di potersi vaccinare, allo stesso tempo creando notevoli difficoltà per quanto concerne le attività di controllo e andando a incidere pesantemente su attività già pesantemente penalizzate dalle restrizioni recentemente abolite”.

Da qui la risoluzione per chiedere alla Giunta “di farsi portavoce presso la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome e presso il governo della richiesta di modificare le condizioni per il passaggio da zona bianca a zona gialla, sostituendo il parametro dell’incidenza settimanale con quello dei ricoveri e di farsi portavoce presso la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome e presso il governo affinché non si proceda all’estensione dell’obbligo della certificazione verde, in specie per i pubblici esercizi come bar e ristoranti, per i quali, date le caratteristiche, tale obbligo avrebbe un impatto negativo sul lavoro”.

(Luca Molinari)