Sanità. Tagliaferri (Fdi): risolvere caos Green Pass nel trasporto pubblico

“Manca un giorno all’applicazione dell’obbligo per tutti i lavoratori e all’orizzonte si profilano già disagi in quei servizi essenziali caratterizzati da un’organizzazione complessa, come i trasporti”

Risolvere il caos generato dal Green Pass nel settore del trasporto pubblico.

A chiederlo, in un’interrogazione, è Giancarlo Tagliaferri (Fdi) che ricorda come, “a causa della complessità organizzativa, sarà difficile colmare i «buchi» lasciati dai lavoratori che non hanno la certificazione verde. In Tper, dove con un ordine di servizio i dipendenti erano tenuti entro ieri all’alba a comunicare la propria assenza perché senza Green pass, sono 88 gli autisti (tra Bologna e Ferrara, più dell’80% nel capoluogo emiliano) che hanno risposto che domani saranno assenti. Una percentuale di lavoratori, rispetto al totale del personale viaggiante, che si aggira attorno al 6%, ma sufficiente a creare scompiglio e a far saltare alcune corse sia urbane che extraurbane”.

Da qui l’atto ispettivo per sapere dalla Giunta “se intenda aprire un tavolo di confronto urgente con le aziende di trasporto della nostra regione e con tutte le associazioni e categorie sindacali per tutelare i tanti cittadini che a partire da domani si troveranno in forte difficoltà per raggiungere i luoghi di lavoro”.

(Luca Molinari)