Welfare. Tagliaferri (Fdi): intervenire per avere meno degrado e più sicurezza nei cimiteri

“La pietà per i morti, peraltro tutelata dal codice penale, è uno dei valori morali fondamentali di una comunità civile. Dovrebbe essere ai primi posti nell’opera di ogni amministrazione pubblica”

Ripulire e mettere in sicurezza i cimiteri dell’Emilia-Romagna.

Alla vigilia della Festività che celebra i defunti, un’interrogazione di Giancarlo Tagliaferri (Fdi) chiede interventi decisi per ridare decoro ai camposanto in condizioni non dignitose.

“I visitatori che, nell’imminenza delle giornate dei morti, già affollano i camposanto tornano a constatare in quali condizioni impietose continuino a versare i cimiteri della nostra regione, che mettono a rischio l’incolumità dei visitatori e soprattutto della popolazione anziana”, spiega il consigliere, per il quale “la situazione di degrado interno dei nostri camposanto è la seguente: edifici pericolanti con recinzioni vetuste e usurate; lapidi sfregiate e sporche; grate che impediscono l’accesso ai defunti; gradini mezzi rotti; erbacce e bottiglie a terra; sporcizia e abbandono quasi ovunque”.

Da qui l’atto ispettivo per chiedere alla Giunta di “attivare un provvedimento d’urgenza ad hoc per porre fine, nei tanti cimiteri Monumentali dell’Emilia-Romagna, a situazioni di degrado e pericolosità che sono certificate anche dai Vigili del Fuoco”.

(Luca Molinari)