Sanità Piacenza. Tagliaferri (Fdi): manca il personale, la Regione risolva il problema

Interrogazione del consigliere di Fdi sui problemi della sanità del territorio piacentino

Risolvere la carenza di personale medico nella sanità piacentina.

A chiederlo, in un’interrogazione, è Giancarlo Tagliaferri (Fdi) che ricorda come, “con un’interrogazione, il 21 dicembre 2021 avevo evidenziato i disagi di un servizio che, complice anche l’emergenza Covid, stava scomparendo poco a poco. Però l’azienda sanitaria, cercando di tamponare la situazione, aveva lasciato, inevitabilmente, dei turni ‘scoperti’. Sottolineavo anche l’ennesima doccia gelata per l’Alta Val Nure e l’Alta Val Trebbia visto che i rispettivi servizi di continuità assistenziale di Ferriere e Ottone, dal 1° gennaio, erano in procinto di venire accorpati, rispettivamente, a quelli di Bettola e Bobbio”.

Tagliaferri sottolinea come “dalla risposta dell’assessore Donini all’interrogazione a risposta scritta si evince che, parole testuali dell’assessore, ‘ci sono difficoltà nel reperire personale’”.

Da qui l’atto ispettivo per sapere dall’amministrazione regionale “di chi sia la responsabilità del fallimento delle politiche sanitarie regionali in provincia di Piacenza e come si pensi di ripristinare un servizio sanitario pubblico degno dei cittadini di Piacenza”.

Tagliaferri chiede inoltre quale sia il motivo per il quale “il presidente della Regione Emilia-Romagna continui a negare i problemi del Sistema sanitario regionale quando è il suo stesso assessore alla Sanità a mettere nero su bianco che è impossibile risolvere i problemi che da tempo assillano i cittadini piacentini”.

(Luca Molinari)