Fisco, Meloni: FdI ha sventato tentativo maggioranza di nascondere crisi, gravissima ipotesi draghi di porre fiducia su Legge Delega

“Lo spettacolo pietoso messo in scena ieri dalla maggioranza in Commissione Finanze alla Camera sulla delega fiscale conferma quello che Fratelli d’Italia sostiene fin dalla nascita di questo Governo: non è possibile mettere insieme partiti che la pensano in maniera diametralmente opposta tra loro e pensare di poter dare risposte coerenti ai cittadini.

In Commissione, Fratelli d’Italia si è sempre battuta per portare avanti le storiche proposte del centrodestra, dal no alla riforma del catasto al taglio delle tasse, e ha sventato il tentativo della maggioranza di nascondere una crisi politica evidente e le profonde divisioni sulla delega fiscale.

Reputiamo gravissima l’ipotesi ventilata da Draghi di porre la fiducia su una legge delega, lo strumento attraverso il quale il Parlamento fissa principi e criteri direttivi entro i quali deve attenersi il Governo per legiferare.

E sono stupita dal silenzio di tutti quei ‘custodi’ della Costituzione, che ora sono in silenzio ma che dovrebbero dire con forza che questa possibilità non è consentita a nessuna, nemmeno a Draghi e ai “migliori”.

Pretendiamo rispetto per il Parlamento e per le sue prerogative”. Lo dichiara il presidente di Fratelli d’Italia, .

“Da una parte Il Pd che non ha saputo argomentare meglio che con un ‘Dobbiamo tenere in piedi il governo Draghi perché ce lo chiede l’Europa!’ e dall’altra il centrodestra finalmente unito che ieri sera in commissione Finanze ha dimostrato che il governo sulla legge delega fiscale non ha alcuna intenzione di dialogare e continua ad imporre al Parlamento e alla Nazione un diktat inaccettabile. – ha commentato il capogruppo FdI in Commissione Finanze della Camera, Marco Osnato – Di fronte a tutto ciò non è servito neppure il tentativo di sottrarre al voto un emendamento assolutamente logico sull’esenzione Imu agli immobili occupati abusivamente…la delega è stata rinviata sine die.

Fratelli d’Italia chiede venga ritirata in modo da evitare nuove tasse per gli italiani e che finalmente il Parlamento italiano ritrovi il suo ruolo di legislatore e abbandoni la veste di ‘passacarte’ di decisioni altrui”.

“Sulla delega fiscale bene la compattezza che il centrodestra ha dimostrato nel tentativo di frenare la manovra del governo, nascosta dietro il provvedimento, di aumentare le tasse a spese degli italiani. – sottolinea il capogruppo di Fratelli d’Italia al Senato, Luca Ciriani – Infatti, tra riforma del Catasto e marginalizzazione del Parlamento questa delega, propagandata come atto eccezionale, rischia di trasformarsi in un tritacarne nel quale finirà il risparmio e la proprietà degli italiani.

Ora confidiamo che questo importante segnale giunto dalle forze di centrodestra non sia strumentale e non si risolva in una trattativa di basso profilo. E questo perchè la strada per restare una credibile alternativa di governo non può che passare dalla difesa dei valori, dei principi e dei programmi che hanno tenuto insieme la coalizione per quasi trent’anni”.