“A 7 anni dalla tragedia in Valnure, cosa ha fatto la Regione per contrastare il dissesto idraulico?”

Cosa ha fatto in questi anni la Regione per contrastare il dissesto idraulico? A chiedere di “fare il punto” è un’interrogazione del consigliere regionale piacentino , eletto nelle liste di Fratelli d’Italia.

E proprio nell’anniversario di una tragedia avvenuta in provincia di Piacenza prende le mosse l’atto ispettivo di Tagliaferri: esattamente 7 anni fa, infatti, la Valnure e ampie parti del territorio piacentino furono letteralmente sommersi di acqua e a Bettola si contarono anche dei morti.

Da qui l’interrogazione per sapere dalla Giunta regionale “se è stato effettuata una ricognizione dettagliata, provincia per provincia, delle criticità idrauliche presenti sul nostro territorio.

Se è stata compilata una mappa dettagliata dei lavori di messa in sicurezza idraulica compiuti direttamente dalla Regione e delle operazioni di sfalcio e messa in sicurezza degli alvei dei torrenti e di tutti i corsi d’acqua “secondari” dati in appalto ai privati da parte dei Comuni del territorio; e quale tipo di comunicazione sia stata data – Comune e Provincia – e si voglia garantire a tale, eventuale, piano per preallertare quanto meno le popolazioni più direttamente interessate da potenziali situazioni di pericolo”.