Provincia, il centrodestra: «Responsabili ma mai sponda del Partito Democratico»

Intervento dei sette consiglieri provinciali del centrodestra

«Abbiamo di certo apprezzato l’atteggiamento pacato della presidente Monica Patelli, la quale è stata peraltro pienamente investita dal presidente della Regione Bonaccini come la nona presidente di Provincia del Partito Democratico, ma con serenità e persino empatia non possiamo che rifiutare la proposta, per quanto posta con metodo e garbo, di proseguire una esperienza di governo dell’Ente spalla a spalla». Così in una nota congiunta intervengono i sette consiglieri provinciali che fanno a vario titolo capo al centrodestra. 

«Questo – spiegano – non è possibile non tanto per una questione meramente ideologica o di bandiera, quanto per una visione coerente delle parti in campo, seppure su posizioni al servizio del territorio e non di scontro, ma di chiara contrapposizione».

Albertini, Galvani, Morganti, Bonini, Maloberti, Monteleone e Piazza affermano che «l’idea inclusiva, e di certo apprezzabile sotto il profilo istituzionale, della presidente Patelli, si scontra con la realtà effettuale della cosa: la Provincia è presieduta da un presidente di centrosinistra.

Non è quindi possibile per noi assumere delega alcuna. Saremo attenti alle istanze dei territori, i quali ci hanno espresso nel recente dicembre 2021, ma mai proni rispetto ad un eventuale, quanto improbabile con questa composizione del consiglio provinciale, virata a sinistra dell’Ente».