Bankitalia, Foti (FdI): da Panetta analisi lucida e lungimirante. Europa scelga strada dello sviluppo

Comunicato Stampa

“Il governatore di Bankitalia, Fabio Panetta, ha tracciato oggi una analisi molto lucida sulla situazione economica dell’Italia. Pur non nascondendo le difficoltà legate a quelli che ha definito ‘problemi gravi, radicati e di difficile soluzione’ ha evidenziato che l’Italia non è condannata alla stagnazione ma che alcuni indicatori lasciano trapelare una inversione di tendenza.

Sono proprio quegli indicatori sui quali il governo Meloni sta lavorando con determinazione, coraggio e lungimiranza, sapendo bene che non sarà facile invertire la tendenza ma che, da parte del governo e di Fratelli d’Italia, nessuna energia sarà risparmiata per risollevare le sorti della Nazione.

Panetta ha parlato del gap tra Nord e Sud e su questo siamo intervenuti, grazie al lavoro straordinario del ministro Fitto in Europa, creando la Zes unica nel mezzogiorno che rappresenta un moltiplicatore di valore per i territori interessati; abbiamo fatto tutto quanto in nostro potere affinchè non venga perso neanche un euro delle risorse del Pnrr che ‘può avere effetti duraturi sulla crescita’ e, come detto oggi dal Presidente Meloni, stiamo investendo le poche risorse a disposizione per rilanciare il lavoro e far crescere i salari che pagano ancora oggi lo scotto di un divario troppo alto rispetto al resto d’Europa.

I dati sulla crescita del lavoro, soprattutto quello a tempo indeterminato e la diminuzione della disoccupazione che si attesta ai livelli del 2008, danno prova dell’efficacia della nostra azione.

Ma per poter velocemente realizzare ciò che abbiamo in mente serve anche una Europa forte che scelga con chiarezza la strada dello sviluppo e della crescita. Un’Europa lungimirante che pensi davvero a sostenere gli Stati che ne fanno parte. Quella che alle prossime elezioni abbiamo la possibilità di cambiare come stiamo cambiando l’Italia”.

Così Tommaso Foti, capogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera.