Borghetto, biblioteca di strada e sicurezza: le richieste di Fdi alla Giunta

Il gruppo consiliare di Fratelli d’Italia ha presentato tre ordini del giorno al Dup

I consiglieri di Fratelli d’ItaliaSara Soresi, Gloria Zanardi e Nicola Domeneghetti – hanno depositato tre ordini del giorno allo schema di Dup (Documento Unico di programmazione) 2024-2027, che soddisfano alcune richieste pervenute dai cittadini e che saranno discussi in Consiglio Comunale lunedì 18 settembre.  

In particolare Soresi ha proposto un ordine del giorno avente per oggetto una richiesta di molti genitori che quotidianamente frequentano i giardini pubblici del quartiere Infrangibile (Giardini Vigili del Fuoco).

«Nel parco pubblico “Vigili del Fuoco” – spiega la capogruppo – giornalmente frequentato da famiglie e bambini, mancano servizi pubblici ai quali i cittadini possano accedere in modo agevole e senza limitazioni di orario.

Nei giardini infrangibilini, infatti, si trova la “Biblioteca di Strada” (piccola realtà dedicata alla lettura e, in generale, alla socializzazione e partecipazione dei cittadini) dove sono presenti due locali bagno, di fatto scarsamente utilizzabili: uno, che si trova all’interno, rimane di norma chiuso a chiave e l’accesso è riservato al personale volontario nonché ai frequentatori della Biblioteca, l’altro, è accessibile direttamente dall’esterno ma attualmente non risulta usufruibile in quanto occupato da materiale vario (scope, utensili, detersivi e, in generale, strumenti da lavoro)».

Con l’ordine del giorno, pertanto, Soresi chiede all’Amministrazione di garantire, per i frequentatori del Parco Pubblico Vigili del Fuoco, la possibilità di utilizzo di almeno uno dei due locali bagno presenti presso la biblioteca di Strada.

Zanardi ha presentato un ordine del giorno sul tema sicurezza. «Nell’ultimo periodo si sono verificati tantissimi episodi di micro criminalità nel nostro territorio ed i cittadini manifestano un crescente senso di insicurezza, anche per la presenza di numerosi cittadini extracomunitari irregolari e il radicamento di alcuni fenomeni sintomatici di un diffuso disagio sociale. La sicurezza dei cittadini deve costituire una priorità per ogni amministrazione comunale.

Per questa ragione – prosegue – con l’odg, invito la Giunta, oltre che ad ascoltare costantemente richieste e necessità logistiche strutturali per venire incontro ad esigenze organizzative del corpo di Polizia Locale e dei sindacati di riferimento, ad attivarsi affinché venga garantita una maggiore presenza degli agenti nelle zone più critiche della città, anche in orario straordinario, con relativa attribuzione di adeguate risorse economiche; in particolare propongo di implementare sia le attività della Polizia Locale dedicate al contrasto delle occupazioni abusive o dell’occupazione non consona di spazi pubblici, sia le azioni e progetti che intervengono nell’ambito della delinquenza giovanile (baby ganf) in raccordo con le Forze dell’Ordine e con le agenzie sociali ed educative. Infine riterrei opportuno stilare un Patto/Protocollo unico, integrato ed aggiornato con la Prefettura che individui sistematicamente tutte le nuove aree di intervento, nonché i relativi strumenti di contrasto (sulla scorta del Patto per Milano Sicura), al fine di avere una visione globale delle azioni messe in campo da tutti i soggetti competenti».

Domeneghetti, infine, ha presentato un ordine del giorno che interessa la frazione di Borghetto. «I residenti mi comunicano che sulla via Ferdinando di Borbone, sita proprio all’ingresso del centro abitato, I veicoli transitano a velocità pericolosa», afferma il consigliere. «Per questo, con l’ordine del giorno, intendo sollecitare l’Amministrazione alla realizzazione di due soglie per il rallentamento dei veicoli sulla citata via, a tutela della sicurezza degli abitanti (e non solo) della frazione».