Dritto e rovescio, Meloni inchioda la sinistra: “Salis e le occupazioni? Vergognoso”

«Considero vergognoso che chi viene pagato dagli italiani per scrivere le leggi faccia apologia della violazione delle leggi, considero vergognoso che dei privilegiati occupino abusivamente delle case destinate alla povera gente, considero vergognoso che in uno stato di diritto si faccia anche qui apologia dell’esproprio proletario in una nazione nella quale la proprietà privata è sacra e inviolabile».

Lo ha detto il presidente del Consiglio Giorgia Meloni, ospite di Paolo Del Debbio a Dritto e Rovescio, in onda questa sera su Retequattro, rispondendo a una domanda sulle dichiarazioni di Ilaria Salis sulle occupazioni abusive.

«Considero scandaloso il silenzio della sinistra su queste prese di posizione, particolarmente del PD e del Movimento 5 Stelle. Dopodiché per segnalare una differenza posso dire quello che abbiamo fatto noi- ha aggiunto Meloni-

Inserire in uno dei nostri disegni di legge in materia di sicurezza una norma che introduce un nuovo delitto che è per l’appunto occupazione arbitraria di immobile destinato a domicilio altrui, con pena detentiva prevista da due a sette anni di carcere e, per facilitare la soluzione di questo problema che purtroppo riguarda migliaia di casi in Italia, prevediamo anche due novità».

«La più importante- ha spiegato la premier- è la possibilità per la polizia e per le forze dell’ordine di procedere allo sgombero di un immobile occupato anche senza aspettare l’autorizzazione del giudice che dovrà eventualmente convalidarla successivamente.

Quindi da una parte c’è chi combatte le occupazioni abusive – segnalo che in questi 20 mesi noi abbiamo sgomberato circa 150 interi stabili occupati abusivamente, oltre 1100 case popolari occupate abusivamente – c’è chi combatte il racket delle occupazioni abusive e chi, pagato con i soldi degli italiani, istiga il racket delle occupazioni abusive. Punti di vista. Gli italiani decideranno quale preferiscono».