Ex Manifattura Tabacchi, Soresi (FdI) “Perché il cantiere è fermo?”

Cosa sta succedendo nel progetto Ex Manifattura Tabacchi? Perché dopo la cerimonia di posa della prima pietra, avvenuta lo scorso 14 marzo, è ancora tutto fermo? Queste le domande contenute in un’interrogazione presentata da Sara Soresi, capogruppo di Fratelli d’Italia in Consiglio Comunalea Piacenza.

“L’area Ex Manifattura Tabacchi rappresenta una grande porzione del quartiere infrangibile oggetto di un importante progetto di riqualificazione che ha preso il via decisivo durante l’Amministrazione Barbieri ma che sembra esseri arenato per motivazioni sconosciute” – osserva Soresi, che è anche residente del quartiere Infrangibile e, pertanto, si fa portavoce delle medesime domande che – quotidianamente – le vengono sottoposte da molti abitanti della zona.

“Nell’area – prosegue la capogruppo – era prevista la realizzazione di un supermercato, di edifici destinati alla residenza convenzionata (in vendita ed in locazione), di una struttura scolastica secondaria di primo grado, con annessa palestra, e di un parco pubblico. Eppure, attualmente, l’unico edificio esistente è il Conad, inaugurato lo scorso 22 novembre.

Quanto al resto, nonostante la cerimonia di “posa della prima pietra” della scuola che dovrebbe sorgere all’interno dell’area, tutto appare preoccupatemene fermo. Preoccupatemene, perché l’intervento deve necessariamente terminare entro il 31 marzo 2026, pena la perdita del finanziamento”.

Soresi, con l’interrogazione, domanda quindi all’Amministrazione “di conoscere le motivazioni del mancato avvio dell’esecuzione delle opere all’interno dell’area Ex Manifattura Tabacchi, considerando che il ritardo nell’avvio dei lavori rappresenta un ingente rischio di perdita del finanziamento statale”