FdI in Questura e Caserma “No a processi sommari alle forze dell’ordine dopo Pisa”

Nella giornata di oggi una delegazione di Fratelli d’Italia guidata dal capogruppo alla Camera dei deputati di Fratelli d’Italia Tommaso Foti, dal questore dell’assemblea Legislativa dell’Emilia Romagna Giancarlo Tagliaferri e dai capigruppo in Comune e Provincia Sara Soresi e Massimiliano Morganti, si è recata alla Questura e al Comando provinciale dei Carabinieri di Piacenza per esprimere “incondizionata solidarietà” alle Forze dell’Ordine dopo quanto accaduto negli ultimi giorni.

“La serie di aggressioni verso uomini e donne che quotidianamente lavorano per proteggere gli italiani e assicurare la nostra sicurezza – afferma Foti all’uscita dagli incontri – è assolutamente inaccettabile. Per detta ragione, nel disegno di legge sicurezza presentato dal governo Meloni, vengono inasprite le pene per chi si macchia di aggressioni verso coloro che portano la divisa”.

“Non è pensabile – ha proseguito il capogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera – che si apra un processo sommario alle Forze dell’Ordine per i fatti di Pisa, quando negli ultimi mesi si sono tenute oltre 1000 manifestazioni pro Palestina con un numero di incidenti praticamente nullo e, in ogni caso, con 26 agenti feriti”.

“Una cosa deve essere chiara e non può essere faziosamente travisata come si è tentato di fare recentemente: le Forze dell’Ordine rappresentano lo Stato e sono al servizio del cittadino e non di altri: è vergognoso tirarle per la divisa in una stucchevole strumentalizzazione politica, come le sinistre hanno fatto nei giorni scorsi”.